Consigli naturali contro la cistite e le recidive

Scritto da: -

cistite_dolore.png

La cistite è un disturbo che colpisce soprattutto le donne e questo avviene in quanto - riporta il Dott. Eugenio Origa nel suo blog - "nel sesso femminile l’uretra, vale a dire il condotto che consente di espellere verso l’esterno l’urina, è molto più breve che nell’uomo: 3 – 4 cm contro i 20 cm dell’uomo".

Sotto accusa anche l'uso di indumenti molto stretti che è un po' il vizio di noi  femminucce e l’utilizzo di biancheria intima sintetica e colorata di nero (il colore nero rilascia lentamente sostanze irritanti a contatto con la cute e la mucosa dei genitali).

Non dimentichiamo, inoltre, l'importanza di una corretta igiene intima che comporta la pulizia prima della vagina e poi dell'ano per evitare il proliferare di batteri che provengono dall’intestino. 

Chi soffre abitualmente di cistite, presenta le ricadute nei periodi di maggiore stress o nei cambi di stagione. 

Ma come possiamo fare a prevenire l'insorgere delle recidive?

Il Dott. Eugenio Origa consiglia:

-bere molto, almeno un litro d’acqua al giorno per diluire l’urina e ridurre la concentrazione dei batteri;

-ridurre il consumo di cibi piccanti, grassi animali, frittura, cioccolato che possono irritare la mucosa interna della vescica;

-mantenere una corretta igiene intima con detergenti neutri o acidi, limitando le lavande vaginali che contengono sostanze aggressive nei confronti del film lipidico, naturale barriera protettiva nei confronti dei batteri;

-non indossare pantaloni troppo attillati o mutande in tessuto sintetico;

-i costumi bagnati non vanno tenuti addosso per lungo tempo perchè sudore ed umidità favoriscono la proliferazione dei batteri;

-urinare prima di un rapporto sessuale per ridurre i microtraumi sulla vescica

Tra i rimedi naturali consiglia:

-Uva Ursina (arctostaphylos uva ursi) che contiene sostanze dette antrachinoni che hanno una efficacia antibatterica sopratutto se l’urina è alcalina con massima azione 3 – 4 ore dalla somministrazione. Va evitato nelle donne in gravidanza nei bambini sotto i 12 anni e nei soggetti con gastriti. Se si usa l’uva ursina non bisogna associare sostanze che acidificano l’ursina.

-Il Mirtillo Rosso (vaccinium vitis idaea) ha una buona capacità antisettica e disinfiammante contendo sostanze analoghe a quelle dell’uva ursina

- La Pilosella (hieracium pilosella) contiene delle idrossicumarine responsabili della sua attività antibatterica, ma la pianta possiede anche attività diuretica e attiva i processi riparativi della mucosa vescicale.

-Piante come l’echinacea o l’eleuterococco stimola le difese immunitarie.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Rimedinaturali.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano